Battistero degli Ariani (Santa Maria in Cosmedin) - Ravenna

 

In Romagna a Ravenna nella piazzetta dell'attuale chiesa dello Spirito Santo, (Piazzetta degli Ariani) un tempo cattedrale degli Ariani, verso la fine del V secolo, quando ormai Teodorico aveva consolidato il suo dominio e l'arianesimo era religione ufficiale della corte, venne costruito il Battistero degli Ariani, chiamato anche Santa Maria in Cosmedin (ornata), ove si celebrava, per immersione, il sacro battesimo: che (così da alcune fonti), non veniva ripetuto poiché era unico anche per gli ortodossi.

Il Battistero degli Ariani ha subito, nei secoli, numerosi rimaneggiamenti, fra i quali la demolizione delle absidiole e il rialzamento del pavimento. Nell'XI secolo viene preso in consegna, dai Benedettini con la vicina chiesa dello Spirito Santo; nel Rinascimento viene affidato al clero secolare e nel 1608  all'ordine dei Teatini. Alla fine dell'Ottocento l'edificio, soffocato da numerose costruzioni aggiuntive, perde ogni funzione di culto.

Dal 1914 é di proprietà dello Stato che, tra il 1916 e il 1919, ne ha curato il restauro Dal 1996 è entrato a far parte dei monumenti tutelati dall'UNESCO.